olio alimentare esausto

cosa conferire
Olio di oliva, olio di semi vari, olio di palma. 
Olii e grassi residui di cottura e frittura.
Grassi vegetali (margarina) e animali (burro).

cosa non conferire
Non si devono miscelare aceto, residui di alimenti solidi, olio minerale, detersivi, prodotti chimici in genere.

 

 

L’olio alimentare esausto non deve essere versato in fognatura o disperso nell’ambiente, perché altamente inquinante! Dal suo recupero invece si ottengono vari prodotti tra cui il biodiesel, carburante biologico di seconda generazione.

 

Per le modalità di raccolta presso la tua utenza, vai alla voce
I servizi nel tuo Comune” che trovi nel menù a sinistra.