umido organico

cosa conferire
Scarti di cucina e avanzi di cibo.
Alimentari avariati senza confezione.
Piccoli ossi.
Gusci d'uovo, di frutta secca, di molluschi.
Filtri di the e fondi di caffè.
Fiori recisi e piante domestiche.
Carta assorbente e salviette di carta.

cosa non conferire
Cibi caldi o liquidi, olio, sostanze
pericolose, stracci anche se bagnati.
Vetro, plastica o altre impurità.

 

 

L'umido viene trattato in impianti di compostaggio industriale con vari benefici ambientali: riduzione delle emissioni di anidride carbonica per la produzione di fertilizzanti chimici e, soprattutto, minori emissioni di ossidi di azoto totali, cui si aggiungono svariati effetti collaterali positivi, dati dalla maggior fertilità e lavorabilità del terreno, al miglioramento della capacità di ritenzione idrica dei suoli.

 

Per le modalità di raccolta presso la tua utenza, vai alla voce
I servizi nel tuo Comune” che trovi nel menù a sinistra.