risultati della raccolta

Al termine del 2015, che era un anno dedicato al consolidamento degli importanti risultati ottenuti nel 2014, a seguito della principale rimodulazione dei servizi, il dato consuntivo conferma l’obiettivo di mantenimento. Ecoambiente conferma che il 2014 non era un anno anomalo, ma che le azioni aziendali hanno spostato la percentuale nei comuni “porta a porta” in su di 3 punti percentuali, dal 65% al 68%, spingendo verso ulteriori azioni nel 2016.

La raccolta differenziata si mantiene stabile, segnando un ulteriore considerazione: solo con azioni positive da parte dell’azienda si riscontrano miglioramenti, che sono quindi direttamente proporzionali alle proposte aziendali. Solo continue rimodulazioni porteranno ad incrementi della raccolta differenziata. I dati comunali consentono utili approfondimenti sulle varie attività svolte e da svolgere nel futuro.

Per il secondo anno consecutivo il Polesine supera la soglia del 65% di raccolta differenziata, stabilita dal legislatore come obiettivo a livello di bacino.

 

Di seguito è possibile analizzare i dati riferiti a ciascun comune della provincia di Rovigo, selezionando il comune desiderato.